mercoledì 17 gennaio 2018    Registrazione  •  Login
 
   
 
   
   
   
 
 
In prima pagina.... In prima pagina....In prima pagina....In prima pagina....

   Passate le Feste si riprende a correre !!! Ecco allora il nuovo calendario Gare....2018. Si parte con la pria prova del CROSS x TUTTI a cesano Maderno domenica 14 gennaio.

Account Login
Registrarti e potrai accedere alle pagine riservate. Buona navigazione!


Registrazione
Hai dimenticato la Password ?

CORRI CON NOI !
Campagna tesseramenti 2018 ( pubblicato - sabato 11 novembre 2017

  

TESSERAMENTO 2018
Attenzione dal 1 gennaio 2018 i soci che non hanno rinnovato non potranno partecipare a gare Fidal.
NON CORRERE DA SOLO ! Associati a noi e scoprirai come è bello e aggregante correre in un gruppo come il nostro ! ecco come fare !

 
ALLENAMENTI COLLETTIVI
Vuoi correre ede allenarti con altri Soci ? Contattaci !

 

ALLENAMENTI  COLLETTIVI !

 

 Se desiderate correre con altri Soci in un piccolo gruppo di allenamento contattateci e  vedremo di formare dove possibile i gruppi omogenei e capire dove ed a che ora ritrovarsi.

SCONTI E CONVENZIONI X I SOCI
Sconti e agevolazioni per i nostri soci.

  Aggiornati 2017

Convenzioni e Sconti riservati ai Nostri Soci in Centri Medici sportivi,Negozi spotivi e altro ancora.

Vai alla pagina e scopri le agevolazioni riservate ai Soci del GS Montestella !

Video e Foto
Riservato ai Soci
Archivio Ultimissime / Bacheca Comunicazioni / Notiziari Sprint / Gare consigliate ecc. ecc.
Federazioni - Enti
Magazine
Siti Web / Riviste / Giornali che trattano di Podismo
Ultimissime
Dalla redazione e dai nostri inviati sul campo!
CORRERE ..… CON IL SORRISO SULLE LABBRA - domenica 17 dicembre 2017

 

PISA, 17 Dicembre 2017 ore 13.00, con fatica ho appena terminato di cambiarmi e mi avvio, leggermente claudicante, verso l’arrivo della Maratona, a metà strada incontro Leonardo che mi racconta la sua bella gara chiusa in 3h 57’, proseguo e arrivo giusto in tempo per incrociarmi con Giuliana, Miro e Marino che hanno appena tagliato il traguardo insieme, mano nella mano, in un tempo di 4h 10’’ e si avviano al ristoro finale dopo essersi messi al collo la meritata medaglia.

Subito dopo, raggiungiamo Leonardo, Caterina che ha corso la mezza maratona in 2h circa, Sebastiano e Paola che hanno partecipato alla non competitiva di 14 km, ci scambiamo i complimenti e le impressioni sulla gara, in un clima allegro e di soddisfazione per le rispettive prestazioni.

Ci salutiamo scambiandoci gli auguri di Buon Natale e poi ognuno si avvia verso la strada di casa, solo io e Giuliana ci fermiamo un’altra notte per tornare con calma il giorno dopo ….

. ed eccoci la sera al ristorante, prima di essere presi dalla “stupidera” fuori dal locale quando in due ci ritroviamo a non avere una sola gamba sana, a raccontarci ancora i momenti della gara che ci sono rimasti impressi, Giuliana contenta di aver corso per 35 km al meglio e divertita negli ultimi km – quando il ritmo è un po’ calato – in compagnia di Miro e Marino, ma soprattutto soddisfatta per aver concluso una maratona dopo una preparazione sofferta, iniziata a fine settembre con poca fiducia nella possibilità di poter arrivare a correrla.

Il mio racconto parte invece dalle ore 9.00, striscione di partenza, con le speranze e i dubbi che accompagnano sempre la vigilia di una maratona. Sono consapevole di aver fatto una buona preparazione, con qualche variante rispetto agli scorsi anni nel tentativo di ottenere un miglioramento della prestazione, ma so anche che proprio alla fine del periodo di “carico” ho avuto qualche problemino fisico, spero sia rientrato nelle ultime due settimane.

Parto comunque convinto di dover provare a correre al ritmo che ho preparato negli ultimi due-tre mesi e l’operazione ha subito successo, cerco l’andatura che riesco a correre facilmente e il riscontro cronometrico, km dopo km, è decisamente positivo.

Vengo affiancato da un runner di un gruppo sportivo di Genova, parlottiamo un po’, anzi a dir la verità lui parla un sacco e io ascolto e rispondo con brevi cenni, in gare importanti preferisco risparmiare il fiato, in poco tempo però vengono coinvolti altri corridori e, con questo gruppetto di 4 o 5, il primo terzo di gara scivola via senza intoppi.

Il ritmo è sempre alto, certi momenti ho persino la tentazione di rallentare, ma le gambe sembrano avere vita propria, mi rendo conto di essere in quello stato di coscienza che alcuni chiamano “flusso” o che, più romanticamente, un contemporaneo grande interprete di questa disciplina – il keniano Geoffrey Mutai – ha definito “l’essere posseduti dallo spirito” o ancora, per gli amanti del genere Rocky, avere “gli occhi della tigre”, in pratica uno stato fisico e mentale in cui si è completamente assorbiti da ciò che si sta facendo, per un runner significa correre al massimo senza apparente difficoltà ed è quello che sento mi sta capitando e che sono convinto ognuno di noi ha sperimentato almeno una volta nella vita agonistica, è un elisir di lunga vita che fa sentire vivi e, insieme a tante altre cose, a mio avviso dà una spiegazione alla passione per la corsa che è difficile far comprendere a chi runner non è.

E’ in questa condizione ottimale che chiudo la prima metà di gara con un parziale di 1h 35’ che ho quasi paura a pronunciare, sento di avere un sottile ghigno di soddisfazione sotto i baffi e continuo così sullo stesso passo, 9 minuti ogni due km senza alcun cedimento, come mai in maratona avrei pensato di sognare.
Al giro di boa si torna sui propri passi per un lungo tratto di quasi 5 km incrociando gli altri corridori, per me questi sono sempre momenti indimenticabili, soprattutto quando vedo gli atleti del nostro gruppo, passano Leo e Miro, non molto distanti Marino e la mia Giuliana, ci incitiamo a vicenda, dai che andiamo alla grande !!

Ma non passa molto da questi bei momenti che, in vista del cartello del km 26, arriva la prima “stilettata” al polpaccio sinistro, quello che mi ha dato noia qualche settimana fa, la corsa per il momento non ne risente, continuo a spingere sperando sia un episodio sporadico, ma dopo poche centinaia di metri arriva il secondo avvertimento, qualcosa decisamente non va, addio sogni di gloria, mi fermo un attimo a controllare la muscolatura, riparto ma decido ovviamente di calare il ritmo, cercando di non forzare troppo sulla gamba sinistra.

Comincia un’altra corsa ben diversa da quella della prima parte, la mente è tutta concentrata nel tentativo di correre evitando traumi ulteriori, con l’obiettivo di arrivare alla fine, non voglio ritirarmi perché ho una maglia da onorare e ho faticato tanto per essere qua, una medaglia a fine giornata la voglio veder penzolare al collo.

Al 33° km mi affiancano e passano i pacer delle 3h 15’, ci hanno messo 6 km a riprendermi pur avendo io calato il ritmo vistosamente, cosa che mi dà ancora più consapevolezza di come stessi andando in precedenza.

Cerco di correre con regolarità senza strappi, trascorre il tempo e passano i km, riacquisto in questo modo un po’ di fiducia e arriva finalmente il 40° km, ormai niente e nessuno può farmi desistere, si rientra a PISA ma non sembra di essere in città, purtroppo il pubblico è il grande assente di questa manifestazione, sono però finalmente sull’ultimo rettilineo, vedo in fondo sopra i tetti delle case la sommità della Torre, finalmente la smorfia di dolore che mi trascino da un po’ può aprirsi in un sorriso, sempre più ampio in prossimità dell’ultima curva, è la Piazza dei Miracoli ad attendermi, una delle più belle d’Italia.
Un’immagine mi è restata impressa nella memoria durante la preparazione: in uno dei tanti allenamenti sulla pista ciclabile dietro casa, sono stato a un certo punto distratto dal richiamo di un airone che, con volo radente il terreno, ha accompagnato la mia corsa per qualche decina di metri prima di toccare terra ad ali spiegate …. ed è proprio così che taglio il traguardo, con un ultimo salto, braccia al vento prima di planare sulla linea del traguardo, libero e felice come quell’airone per aver raggiunto la meta di un lungo viaggio durato 42 km.

Buone Feste a tutti, a Babbo Natale io e Giuliana quest’anno abbiamo chiesto tanto ma tanto meritato riposo.

Giuliana ringrazia Marino per la compagnia per tutto il percorso della maratona, e ringrazia Miro che con la sua simpatia li ha accompagnati negli ultimi e più difficili km.

Giuliana e Antonello

 
Fedelissimo 2017,ecco i vincitori !!! - - mercoledì 13 dicembre 2017

Domenica 3 dicembre in occasione del pranzo sociale si sono svolte le premiazioni del nostro concorso che ha incoronato Campioni 2017 , i coniugi Papalia Antonia e Beppe Sgarlato, che appena entrati a far parte della nosta grande famiglia, subito hanno messo a segno il colpaccio!

Bravissimi !!!

A seguire in campo femminile Emilia Civetta e Gioia Tedesco , in campo maschile secondo posto a parimerito di Sergio Lanzarone e Giorgio Inzaghi, quarto posto per Renato Cannillo e ultimo premiato al quinto posto Giuseppe Faè.

Ora non resta che attendere il 2018 per ripartire con i cross per tutti, prima parte del calendario del gruppo.

Buone Feste e ricordate che venerdì 15 in sede bicchierata con sorprese e cotillons!

Loris

 
Il Nostro stacanovista Gianni a Sorrento e Positano! - domenica 3 dicembre 2017

 

 

Mentre Noi eravamo intenti a gustare varie prelibatezze alla Barcella per il pranzo sociale il nostro stacanovista e mangia kilometri Gianni Trovato era impegnato a portare in alto ,molto in alto ,i colori del gruppo.

Coast to coast, Sorrento Positano Sorrento 54 km di cui 40 DI SALITA , chiudendo con il tempo di 4h47’ nelle posizioni di 32^ assoluto 4^ master in una gara svoltasi in condizioni atmosferiche molto avverse.

Lui ci manda una foto ed un forte abbraccio e noi altrettanto fortemente lo ringraziamo e lo abbracciamo a nostra volta !

Forza Gianni e Forza il GS Montestella.!

La redazione.

 
1a Half Marathon Milano Follow your Passion - - domenica 26 novembre 2017

 

( Foto da Corriere della Sera )

Domenica 26 si è corsa la prima Mezza Maratona di Milano targata Follow your Passion: aspettative altissime da parte di tutti i runner, visto il successo e la bellezza di altre gare organizzate da loro (la mezza di Monza e quella di Chia), ma purtroppo deluse in questa loro prima milanese... Non starò a ripercorrere tutti gli errori organizzativi che se ne è già parlato tanto su tutti i mezzi... cerchiamo di vedere il bicchiere mezzo pieno e troviamo le cose positive di questa giornata!
Innanzitutto abbiamo avuto la fortuna di avere un tempo splendido (cosa niente affatto scontata vista la pioggia della giornata precedente), il percorso era abbastanza veloce e ripercorreva in molti punti quello della Stramilano ed in altri quello della maratona, quindi per gli affezionati di Milano direi un grosso vantaggio. Mi è piaciuto vedere che i milanesi si stanno abituando alle corse in città e infatti questa volta mi sembra di aver ricevuto più tifo che insulti per il traffico bloccato.
Il pacco gara era davvero la bello, sia la maglietta (per chi è riuscito ad accapararsela della giusta taglia ;-) ), che l'asciugamano e la medaglia per i finisher, oltre al marsupio distribuito da Samsung (non ve lo siete fatto scappare, vero?).
E infine, una considerazione mia personalissima, che forse è quella che mi ha fatto vedere il tutto con aria meno critica e più rilassata: finalmente, a un anno dal primo infortunio, torno alle gare e addirittura ad una mezza maratona!!!! I tempi sono ancora lenti rispetto alla mia media ma la velocità piano piano tornerà…
Per quanto riguarda le performance dei Montestellini (ben 58 ai nastri di partenza), segnaliamo innanzitutto i podi conquistati in questa manifestazione: Alessandra e Gioia terze nelle rispettive categorie, Mario Marcat secondo e Paolo Nobili primo sulla distanza dei 10km!
Da segnalare anche la brillante prestazione di Alì Kader, 12esimo assoluto, e, infine, complimenti a Renato Cannillo che ha portato a casa la sua prima mezza e a Giuseppe Sgarlato, che con questa ottima sua gara incide il suo nome sul tabellino del 2017 dei vincitori Fedelissimo !
Peccato solo che, per i problemi organizzativi che sappiamo, non si sia potuta fare la tradizionale foto di gruppo…
Appuntamento domenica prossima al pranzo sociale!!!!
Federica

Vedi Classifiche su TDS

 
15° Trofeo Montestella Memorial Cristina Lena

Calendari e Fedelissimo 2018
  CALENDARIO 2018 , si comincia con il cross per tutti a Cesano Maderno
CorriMilano 2017

  

Corrimilano 2017 si è concluso e ora attendiamo le premiazioni!

Vai al sito x info e foto.
Facebook

 

Manifestazioni FIASP
Le manifestazioni FIASP segnalate dal nostro Sergio

 Il Nostro Sergio ci guida di settimana in settimana nel mondo delle NON Competititve !!! VAI alla Pagina

VESTI MONTESTELLA !
Vesti Montestella con i nostri capi tecnici! Un elenco dei nostri completi e tute per correre in gialloverde!

Stiamo allestendo il nuovo catalogo, per cui se avete necessità di info per ora contattateci o venite direttamente in sede ogni venerdì sera dopo le 21:30, grazie.


info scrivi a contatta@gsmontestella.com

Il G.S.Montestella x il Sociale
Gli Enti no profit con cui il gruppo sportivo collabora in attività di promozione e divulgazione.

 

 

OBBIETTIVO RAGGIUNTO !!!! Grazie di cuore a tutti coloro che hanno partecipato !!!

 

Chi è e cosa fà AISM

L’Associazione Italiana Sclerosi Multipla (AISM) è stata
fondata nel 1968 per rappresentare le persone con
sclerosi multipla. In oltre quarant’anni di attività,
l’Associazione è cresciuta, diventando una delle
più importanti realtà nel panorama del non profit italiano.
Dal 1998 AISM è ONLUS: nello stesso anno l’Associazione
ha affidato il compito di promuovere, indirizzare e finanziare
la ricerca scientifica sulla sclerosi multipla alla Fondazione
Italiana Sclerosi Multipla (FISM) che oggi finanzia
il 70% della ricerca svolta in Italia.
Dal 1977 è attiva la Sezione Provinciale di Milano,
voluta da alcune persone attente ai problemi
legati alla sclerosi multipla. Nello specifico AISM Milano
organizza e gestisce i seguenti servizi: supporto
e promozione all’autonomia, supporto al ricovero
ospedaliero, supporto psicologico, consulenza sociale,
disbrigo delle pratiche, segretariato sociale
e rilevazione dei bisogni, aiuto economico
indiretto e telefono amico.